“Ottimismo ma senza esagerare”: questo vuole essere il nostro motto soprattutto in questa fase di rinnovamento.
E infatti qualche novità rispetto allo scorso anno c’è: in primis il nome. Ora la società tennistica è stata denominata Tennis Club Frassinelle. Anche le cariche sono cambiate.

Il presidente è Oscar Ghirardello, il vice è Paolo Merlini, i consiglieri sono Romano Venturella, Leonardo Ricchieri, Marco Marzola.
Si riparte quindi con umiltà e dedizione per dare buoni servizi ai soci e alla comunità e per organizzare qualche evento sportivo di un certo calibro.
Dal punto di vista delle iniziative organizzate, il 2006 è stata una buona annata: si è giocato bene in tutte le categorie, sia nei due tornei FIT, sia nel torneo socio amatoriale, organizzato per la fiera di San Bartolomeo e vinto da un Andrea Cavecchia in ottima forma.

Ritengo che i buoni risultati per essere tali debbano essere continuativi e questo significa che non si deve smettere di lavorare in questa direzione.
Si consideri che il tennis è uno sport difficile da gestire, che può avere stagioni splendide e altre meno fortunate. Ma l’intento di tutto lo staff è quello di lavorare coscienziosamente per offrire qualche appuntamento di qualità, per mantenere sempre efficiente la struttura che ospita non solo i soci ma anche tutti coloro che vogliono avvicinarsi a questa disciplina. Non a caso, durante la stagione estiva, quando terminano gli impegni scolastici, viene organizzato un corso di tennis per ragazzi, che quest’anno ha il patrocinio dell’amministrazione comunale.

Il campo in terra rossa è già disponibile e gli appassionati hanno già iniziato a giocare (le prenotazioni si effettuano presso il bar Colibrì).
Insomma che aggiungere…
    

Buon tennis a tutti!