Sede Operativa: Parrocchia di S. Bartolomeo Apostolo in Frassinelle
Recapiti: tel. 0425 933055; fax: 0425 933135; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Coordinatori: Esterina Segato, Anna Maria Sgualdo, Ornella Peratello, Carlo Salvan
Finalità  del  Gruppo: Il Palio della Valle dei Frassini nasce nel 1995, senza alcun precedente storico, dal Gruppo Parrocchiale di S. Bartolomeo Apostolo in Frassinelle, per soddisfare il desiderio di ricerca delle tracce dell'antica civiltà popolana, e per riscoprire il nostro territorio nelle tradizioni e nella cultura.

Tredici anni sono già passati da quando un gruppo di persone capitanate da Suor Maristella, in un domenica d’autunno del 1994, hanno pensato di poter creare una manifestazione che abbracciasse tutto il paese alla riscoperta delle tradizioni culturali del territorio, sensibilizzando giovani, anziani e famiglie su un momento di festa. Come lo potevamo chiamare questo momento? Dopo attenti studi e ricerche fatti su più percorsi, interpellando anche le persone anziane (il nostro “archivio storico” come spesso le abbiamo nominate!) abbiamo definito le contrade, il logo e i simboli: è nato così nella semplicità il “Palio della Valle dei Frassini”.

In quel momento non disponevamo di nulla, ci animava solo l’entusiasmo, la determinazione e l’idea di poter realizzare qualcosa che, in modo trasversale, coinvolgesse l’intero paese; poi non ci è mancata certo la fantasia per recuperare fondi e attrezzature necessarie. Così pian piano, con le nostre mani, abbiamo realizzato il Palio, i gonfaloni, i costumi, le bandiere, gli stendardi, i giuramenti, i medaglioni...
Avevamo però nel cuore un altro grande progetto, un grande sogno, che andava al di là della festa: poter ristrutturare le opere presenti nella nostra Parrocchia di S. Bartolomeo, che avevano urgente necessità di essere sistemate.
Questo progetto però necessitava di una somma economica importante, che però non ci ha scoraggiati, anzi con coraggio e determinazione, dopo i dovuti permessi e la lungaggine burocratica necessaria, è stata sistemata la Tela di “S. Bartolomeo” (nostro Patrono), successivamente la “Madonna della Vigna” e quindi la “Pala del Purgatorio”.

Per la realizzazione di questo nostro sogno divenuto realtà, sono stati necessari alcuni anni di duro lavoro, alla fine ripagati dalla gioia di essere riusciti anche in questa grande impresa che sembrava impossibile da realizzare.

Annamaria Sgualdo

Il gruppo Palio con i costumi tradizionali

Torna su